Carta Qualificazione Conducente

DOCUMENTI DA PRESENTARE PER IL CONSEGUIMENTO DELLA CQC PER ESAME

 

 

Necessitano della CQC, acronimo della carta di qualificazione del conducente, i conducenti che svolgono professionalmente l'attività di autotrasporto di persone e di cose su veicoli per la cui guida e' richiesta la patente delle categorie CC+ED e D+E.
 

 Chi è esentato dalla CQC - Carta di qualificazione del conducente

La carta di qualificazione NON è richiesta ai conducenti:

  • a) dei veicoli la cui velocita' massima autorizzata non supera i 45 km/h;
  • b) dei veicoli ad uso delle forze armate, della protezione civile, dei pompieri e delle forze responsabili del mantenimento dell'ordine pubblico, o messi a loro disposizione;
  • c) dei veicoli sottoposti a prove su strada a fini di perfezionamento tecnico, riparazione o manutenzione, e dei veicoli nuovi o trasformati non ancora immessi in circolazione;
  • d) dei veicoli utilizzati in servizio di emergenza o destinati a missioni di salvataggio;
  • e) dei veicoli utilizzati per le lezioni di guida ai fini del conseguimento della patente di guida o dei certificati di abilitazione professionale;
  • f) dei veicoli utilizzati per il trasporto di passeggeri o di merci a fini privati e non commerciali;
  • g) dei veicoli che trasportano materiale o attrezzature, utilizzati dal conducente nell'esercizio della propria attivita', a
    condizione che la guida del veicolo non costituisca l'attivita' principale del conducente.

La circolare Prot. Div6 77898/8.3 del 10 agosto 2007 del Dipartimento per i Trasporti Terrestri chiarisce che:

Per quanto riguarda le esenzioni previste ai punti f) e g) riferentesi ai conducenti di veicoli adibiti ad uso proprio, va chiarito che detta esenzione non si applica nel caso in cui il conducente del veicolo risulti assunto alle dipendenze di un’impresa con la qualifica di autista. In tal caso, infatti, non vi è dubbio che la guida del veicolo viene effettuata a carattere professionale. Va, inoltre, chiarito che non sono esentati dall’obbligo del possesso della CQC i conducenti di scuolabus per i quali era richiesto il CAP KD, a prescindere dal fatto che l’attività sia esercitata in conto proprio o per conto di terzi.
 

 Da quando serve la CQC - Carta di qualificazione del conducente

 
L'obbligo di condurre veicoli adibiti al trasporto di persone con la carta di qualificazione del conducente, quando occorre, decorre dal 10 settembre 2008.
 
L'obbligo di condurre veicoli adibiti al trasporto di cose con la carta di qualificazione del conducente, quando occorre, decorre dal 10 settembre 2009.

(PATENTE PROFESSIONALE)

La carta di qualificazione del conducente (CQC) è la nuova “patente professionale” obbligatoria per poter condurre veicoli (esclusi i mezzi a titolo privato) appartenenti alle categorie superiori.

La CQC MERCI è obbligatoria per i conducenti che effettuano professionalmente l’autotrasporto di cose.
La CQC PERSONE è obbligatoria per i conducenti che effettuano professionalmente il trasporto di persone (autobus uso pubblico o scuolabus).

Precedentemente la CQC è stata rilasciata di diritto a tutti coloro che avevano conseguito la patente C entro il 10/09/2009 e la patente D entro il 10/09/2008.
Successivamente a tali date la legge prevede il rilascio della cqc previo superamento degli esami.


 

CONSEGUIMENTO CQC MERCI / PERSONE


 

Per poter conseguire la CQC merci o persone è necessario frequentare un corso di formazione iniziale:

130 ore parte teorica
(95 ore teoria parte comune + 35 ore teoria parte specifica)
10 ore parte pratica

Al termine del corso, il quale ha frequenza obbligatoria, l’autoscuola rilascerà un attestato di frequenza della validità di un anno: entro tale data il candidato dovrà sostenere l’esame relativo alla parte comune (1 scheda quiz da 60 domande con al massimo 6 errori) e successivamente l’esame relativo alla parte specifica merci o persone (1 scheda quiz da 60 domande con al massimo 6 errori).
In caso di bocciatura di potrà ripetere l’esame più volte, ma dopo un periodo di 30 giorni.

E’ possibile conseguire la patente superiore contemporaneamente al corso CQC.

 

ESTENSIONE CQC


 

Per i già titolari di una tipologia di CQC è possibile conseguire la parte mancante con un corso di formazione per estensione della durata durata di:

35 ore parte teorica
2,50 ore parte pratica

Al termine del corso il candidato potrà sostenere l’esame per la sola parte specifica (1 scheda quiz da 60 domande con al massimo 6 errori).
In caso di bocciatura di potrà ripetere l’esame più volte, ma dopo un periodo di 30 giorni.


 




RINNOVO CQC


 

Il corso di formazione periodica (rinnovo) delle CQC prevede la frequenza di 35 ore totali, tutte obbligatorie. Alla fine del corso viene rilasciato un attestato di frequenza e di conseguenza un duplicato della CQC rinnovata nella validità. Non sono per ora previsti esami.
Il rinnovo avrà validità di 5 anni.


 

DOCUMENTI NECCESSARI:

1) domanda redatta su modello TT746C

2) attestato di frequenza del corso di formazione iniziale vistato dall’UMC competente, dal quale si evince che il corso stesso è terminato non oltre 12 mesi antecedenti la data di effettuazione dell’esame per il rilascio della carta di qualificazione del conducente;

 

3) attestazione del versamento sul c/c n° 9001 pari a 16,20 euro i bollettini di conto corrente postale n. 9001 pagati presso Uffici Postali e finalizzati alla richiesta di operazioni di motorizzazione, avranno validità soltanto nel mese in cui avviene il pagamento e nei tre mesi successivi

4) attestazione del versamento sul c/c n° 4028 pari a 16 euro;

5)attestazione del versamento sul c/c n° 4028 pari a 16 euro;

6) due fotografie formato tessera, a capo scoperto, recenti;

7)fotocopia della patente di guida;

8)fotocopia del codice fiscale.

9) Permesso di Soggiorno